Caratteristiche

£ 2bn

Le piattaforme di crowdfunding del Regno Unito hanno raccolto oltre 2 miliardi di sterline per investimenti in progetti verdi, che rappresentano investimenti di oltre 20,000 persone.

£ 100bn

Gli investimenti nel settore dell'energia pulita del Regno Unito hanno superato i 100 miliardi di sterline dal 2004, rappresentando il 12.6% di tutti i nuovi investimenti in energia pulita per la regione EMEA.

85%

Londra è la capitale mondiale del commercio di carbonio con una quota di mercato dell'85% e il Regno Unito sta discutendo la possibilità di collegare i sistemi di scambio delle emissioni dell'UE e della Cina dopo il 2020.

£ 2.2bn

Dal 2013 a Londra sono quotate sei aziende di rendimento rinnovabile con una capitalizzazione di mercato collettiva superiore a £ 2.2 miliardi.

$ 42.2bn

L'emissione di obbligazioni verdi ha raggiunto il record di $ 42.2 miliardi nel 2015.

39

Ci sono 39 obbligazioni verdi quotate alla Borsa di Londra in sette diverse valute, comprese le prime obbligazioni verdi denominate in CNH e INR.

$ 10bn

Ci sono 38 società verdi che hanno raccolto insieme $ 10 miliardi a Londra, inclusi 14 fondi di investimento rinnovabili.

81

La Green Investment Bank del Regno Unito ha sostenuto 81 progetti di infrastrutture verdi, impegnando 2.7 miliardi di sterline per l'economia verde del Regno Unito in transazioni per un valore di 10.9 miliardi di sterline.

30%

Nel Regno Unito la produzione di energie rinnovabili è aumentata del 30% dal 2014.

Dati chiave

FAQ

Cos'è la finanza verde?

Finanziare qualsiasi mezzo per ridurre le emissioni di carbonio o aumentare l'efficienza delle risorse. Gli aderenti vanno da società di fama mondiale come Apple, Starbucks e Unilever, alla Banca mondiale, BERS, Deutsche Bank, Allianz e Swindon Borough Council. Incorpora il crowdfunding verde per programmi comunitari su piccola scala fino all'emissione di obbligazioni verdi per grandi progetti infrastrutturali o schemi aziendali di efficienza energetica.

Come si è sviluppato il mercato?

La storia della finanza verde

I prodotti "verdi" sono stati promossi per decenni. Lo scambio di emissioni è stato preso in considerazione per la prima volta negli anni '1960. La creazione del moderno settore della finanza verde, tuttavia, è iniziata con l'emissione delle prime obbligazioni verdi del mondo nel 2007. I prodotti della finanza verde dovrebbero essere considerati come completamente del ventunesimo secolo.

Obbligazioni verdi

Il settore non si limita alle obbligazioni verdi anche se ne rappresentano l'avanguardia considerando la loro relativa liquidità, alto profilo e semplice strutturazione. Sono sempre più ricercati dagli investitori che una volta cedevano passivamente asset ad alto tenore di carbonio (ad es. Azioni di petrolio e gas) ma ora cercano attivamente di conoscere e ottenere prodotti a basse emissioni di carbonio. Gli asset verdi forniscono un mezzo per contrastare il movimento di disinvestimento sempre più di alto profilo.

Elenco completo di tutti i green bond.

Prodotti di finanza verde

Questi includono indici inclinati al carbonio, finanziamento di progetti verdi municipali, piattaforme di crowdfunding verde, banche di investimento verdi, rendimenti rinnovabili, obbligazioni catastrofali e assicurazioni verdi. Anche sviluppi importanti stanno arrivando sul mercato con crescente frequenza, dalle prime emissioni di obbligazioni verdi denominate in renminbi e rupie a Londra nel 2015 alla mobilitazione di capitale totale superiore a £ 10 miliardi da parte della Green Investment Bank.

Il futuro della finanza verde

È probabile che lo slancio nel settore aumenti in seguito all'impegno della COP21 per un tetto di due gradi. I paesi hanno anche presentato i loro piani d'azione per il clima (o INDC) a Parigi e ora devono iniziare ad attuarli: la finanza verde sarà la chiave per la loro realizzazione. Nella sola Cina, e nonostante abbia di gran lunga le più grandi riserve sovrane del mondo, l'80% dei progetti di mitigazione del clima deve essere finanziato dal settore privato secondo la PBoC.

Indipendentemente dalla propria posizione sulla scienza del cambiamento climatico, le preoccupazioni per la salute pubblica sono sempre più in cima alle agende nazionali. Nuovi progetti, ad esempio per affrontare l'inquinamento atmosferico a Pechino o le inondazioni in Cumbria, possono essere finanziati con emissioni verdi.

Perché i fondi verdi sono preferibili ai fondi convenzionali?

Per gli emittenti

Gli strumenti verdi avvantaggiano non solo l'ambiente ma anche gli emittenti, in genere ampliando le basi degli investitori, massimizzando il portafoglio ordini e riducendo i prezzi. La domanda per l'obbligazione verde inaugurale di TfL nel 2015 è stata così grande che l'agenzia si è assicurata il suo secondo costo del capitale di debito più basso finora e ha sfruttato un pool di cassa completamente nuovo. Il 69% degli investitori dell'obbligazione erano solo fondi verdi, molti dei quali investitori per la prima volta non solo in TfL ma interamente nei mercati della sterlina.

Per gli investitori

Gli investitori verdi includono non solo fondi specifici per l'ambiente (sebbene le risorse che comandano siano più grandi e in rapida crescita di quanto ci si potrebbe aspettare), ma anche i principali gestori patrimoniali e investitori istituzionali, attratti dall'integrità che i prodotti verdi trasparenti e completamente accreditati forniscono e che desiderano il loro valore come copertura contro i rischi legati al carbonio.

Per i proprietari di asset

Molti proprietari di asset, dai titolari di pensione agli investitori millennial, chiedono portafogli attenti al clima. Questa tendenza non dovrebbe svanire, con richieste etiche sempre maggiori rivolte al settore dei servizi finanziari. La finanza verde fornisce uno dei principali veicoli per soddisfare tali aspettative.

Quali sono le caratteristiche principali dei green bond?

Trasparenza, accreditamento del prodotto da parte di una terza parte credibile e reporting periodico sono collettivamente indicati come "principi verdi". Gli investitori devono vedere l'impatto che il loro investimento sta avendo se l'emittente ha promesso benefici ambientali. Le seconde opinioni e il reporting regolare possono comportare un costo, ma in genere non più di 1 punto base per una transazione. Il mercato fallirà se viene percepito come una soluzione.

Perché Londra è il posto giusto per la finanza verde?

In virtù della sua esperienza finanziaria di livello mondiale e della sua portata globale, Londra è già tra le principali sedi per la fornitura di servizi verdi. Ha anche assistito a una serie di primati: dall'emissione dei primi green bond denominati in renminbi e rupie al lavoro della Green Investment Bank, leader mondiale.
Londra non ha inventato il settore della finanza verde, ma Londra può aiutare a internazionalizzare il settore. Ciò sarà cruciale affinché i governi di tutto il mondo siano in grado di attrarre i fondi privati ​​di cui hanno bisogno per rispettare i loro impegni ambientali.

Quali sono le sfide internazionali?

Definizione di verde

Le definizioni verdi divergono nettamente tra i paesi. I mercati emergenti, ad esempio, operano su una scala temporale molto più lunga rispetto all'Europa. Anche i paesi vicini non saranno d'accordo sul ruolo del nucleare o sull'accettabilità del carbone pulito. Fintanto che i prodotti finanziari che facilitano la transizione verso un'economia a impatto zero sono trasparenti e pienamente accreditati (ovvero aderiscono ai `` principi verdi '' sopra delineati), gli investitori possono scegliere da soli gli asset che si adattano ai loro parametri etici e il mercato valuterà gli strumenti di conseguenza.

Cosa sta facendo la Green Finance Initiative?
Il nostro lavoro attuale include:
  1. Convocazione dei principali forum del settore con stakeholder nazionali e internazionali.
  2. Commissionare un sondaggio tra i componenti del FTSE 100 e le principali istituzioni finanziarie per valutare i progressi del settore.
  3. Indagare sulla creazione di un servizio di risoluzione delle controversie verdi;
  4. Messa in servizio di un rapporto incentrato sul miglioramento dell'accesso delle autorità locali alla finanza verde;
  5. sviluppare una serie di pezzi di leadership di pensiero e seminari con investitori, emittenti e accreditatori tradizionali al fine di documentare e quantificare meglio le sfide e le opportunità del mercato.